//
Archivio

rete

Questo tag è associato a 9 articoli.

E #sticazzi

Da qualche tempo a questa parte mi diverto con un giochino nato per caso su Facebook e Twitter, quando un giorno decisi di iniziare a fare screen shot delle notizie più inutili pubblicate solitamente sulle colonne di destra di Corriere e Repubblica. La regola della colonna di destra non è così rigida, a volte notizie … Continua a leggere

Quando la rete si infiamma

Furore compulsivo È una pratica ormai assodata, sono movimenti che si ripetono attivati da meccanismi sempre più visibili. L’indignazione in rete si diffonde velocemente. Da una notizia prende il via una partecipazione capillare che poi pesa, si fa sentire, se i numeri crescono. Oggi, accanto ai blog che ancora persistono, sono gli ambienti social che … Continua a leggere

Provano ad ammazzare i blog

La stanno infilando nel pacchetto di misure sulla riforma delle intercettazioni, più precisamente al Comma 29, la norma “ammazza blog” potrebbe essere approvata in breve tempo e provocare un vero e proprio attacco alla libertà di espressione. Nessuna retorica. Qui c’è il concreto e sistematico tentativo di mettere a tacere una fetta consistente della rete. … Continua a leggere

Tunnel immaginari e “Popoli della Rete”

Ci risiamo. Stavolta tocca a Mariastella Gelmini e alla vicenda del tunnel che dal CERN di Ginevra arriva fino al Gran Sasso. Ironia, sberleffo e creatività si sono ripresentate massicciamente in rete riproducendo le dinamiche già in passato analizzate con le vicende dei #morattiquotes. Per il caso #tunnelgelmini ho trovato diverse considerazioni interessanti che meritano … Continua a leggere

Se i videogames sono più pericolosi di un Borghezio o di un Feltri

Lo so, entrare nel merito dei servizi proposti dal Tg1 è come sparare sulla Croce Rossa, ma qualcuno deve pur farlo. Pochi giorni fa l’attentissima redazione dell’ammiraglia Rai propone il servizio qui sopra: la strage norvegese messa in pratica dalla follia lucida di Anders Behring Breivik trova una forte assonanza con i (tenetevi forte) videogames. … Continua a leggere

La rete è un’altra cosa, spiegatelo a Brunetta

C’è poco da fare, la ricostruzione dei fatti del Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta sul caso “questa è la peggiore Italia” dimostra quanto non ci si capisca nulla di rete. O meglio, quanto una certa classe politica (o una certa quota del paese, per allargare il campo) ancora non riesca a comprendere la logica … Continua a leggere

Lezione dei referendum: confrontarsi è meglio che tacere

Prendiamo fiato. Guardiamoci attorno e proviamo a capire un paio di cose riguardo questi referendum. Prima di tutto una confessione: lo ammetto, un risultato del genere non riuscivo proprio a concepirlo. Mi sembrava un’impresa titanica riuscire a raggiungere il traguardo del quorum considerati i precedenti spesso e volentieri contraddistinti da un forte astensionismo. Stavolta invece … Continua a leggere

Fare rete oltre la rete: tentare di far conoscere i referendum, nonostante la tv

Ciò che dona energia e soprattutto porta i cittadini a votare per questo referendum è una comunicazione diffusa ed efficace. Sulla seconda caratteristica ci sono diversi casi che dimostrano tale efficacia e che confermano quanto e come la partecipazione di chi si fa promotore e divulgatore dei quesiti referendari porta a risultati comunicativi notevoli. La … Continua a leggere

La rete non sta a guardare: risultati comunicativi della campagna elettorale di Milano

Ho tentato di raccontare qui nel blog quello che vedevo e osservavo durante gli ultimi colpi di campagna elettorale, perché da raccontare ce n’era davvero tanto. Adesso, a bocce ferme, abbiamo tra le mani qualcosa con la quale fare i conti. Che roba è? Be’, diciamo che è un miscuglio di elementi da scindere e … Continua a leggere

Tweet dal Patassa

Vecchi post