//
Stai leggendo...
diario

Il caso del quartiere di Sucate

Henry Jenkins nel saggio Cultura convergente discute ampiamente del ruolo attivo degli utenti connessi durante le campagne elettorali. Analizzando attentamente alcune pratiche adottate nel manipolare le immagini, i video, le dichiarazioni, gli spot elettorali dei candidati alla presidenza americana, Jenkins indica un vero e proprio intervento degli elettori nel dibattito politico. Nel tempo tali pratiche si sono raffinate e senza alcun dubbio l’elezione di Obama ha dimostrato la forza dirompente della partecipazione dal basso che incarna la natura comunitaria denominata da Jenkins con il termine grassroots. Nel caso delle elezioni comunali, in particolare per quelle di Milano, la battaglia politico-mediatica si sta consumando non solo in televisione, dove, per l’altro, è evidente una certa stanchezza sia del mezzo che del pubblico, ma in rete dove in queste giornate che anticipano il ballottaggio le tastiere sembrano infuocate. Anche nel nostro paese sembra ormai assodato il connubio tra partecipazione dal basso connessa alla rete e campagne elettorali, ancor di più, appare evidente una certa naturalità delle pratiche, ovvero: per intervenire nel dibattito si fa uso del web. E quindi si scrivono messaggi, si alterano immagini, si producono video e il tutto viene condiviso negli ambienti sociali che la rete mette a disposizione.

Se in questi minuti la pagina di Red Ronnie su Facebook continua ad essere tartassata da quello che i media hanno definito “effetto Pisapia” (è da venerdì scorso che l’ex conduttore televisivo riceve quotidianamente circa 80,000 messaggi al giorno), nella giornata di ieri è stato il turno dell’account Twitter di Letizia Moratti. L’utente Lucah alias Orghl scrive un messaggio indirizzato al profilo della candidata al comune di Milano chiedendo spiegazioni riguardo la moschea abusiva in via Giandomenico Puppa nel quartiere di Sucate, la risposta dell’addetto all’account non tarda ad arrivare prendendo sul serio la richiesta.

Il messaggio utilizzava in chiave ironica i temi impugnati dalla alleanza di centro-destra (in particolare dalla Lega Nord) per queste elezioni comunali che si concentrano sulla questione degli extracomunitari e la possibile islamizzazione della città di Milano. Ovviamente lo scherzo, e in particolare la risposta dell’account ufficiale della Moratti, non passa inosservato: poco dopo rimbalza tra gli utenti e mette in moto lanci e rilanci creativi. Ad esempio compaiono fotomontaggi dove viene descritta la fantomatica moschea abusiva o, come nell’immagine di questo post, le indicazioni stradali per raggiungere il quartiere Sucate e via Giandomenico Puppa; o ancora: la guida Lonely Planet dedicata al quartiere di Milano dimenticato dall’amministrazione comunale e l’intervallo (rigorosamente in bianco e nero) dove scorrono le immagini di Sucate. In pochissimo tempo gli utenti hanno prodotto e condiviso un numero davvero notevole di contenuti creativi da diffondere in rete estendendo quel primo input partito da Twitter.

Questo è un segno, uno dei tanti, del ruolo attivo dell’utente/elettore alle campagne elettorali che oggi, per forza di cose, devono tener conto della fitta rete partecipativa che il web mette a disposizione e del repentino (e a volte incontrollabile) ribaltamento dei messaggi che i candidati vogliono comunicare. Dalle campagne elettorali del 2001, dove venivano reinterpretati i manifesti elettorali di Berlusconi, ad oggi, le dinamiche di intervento del pubblico nel dibattito politico in Italia è mutato notevolmente e parallelamente sta cambiando la stessa attenzione della politica verso questi processi, sottovalutarli vuol dire rischiare di farsi autogol, di incrinare la relazione che si vuole instaurare con gli elettori. Il quartiere di Sucate ne sa qualcosa.

Annunci

Informazioni su andreapatassini

Andrea Patassini detto Patassa si occupa di tecnologie per l'apprendimento, e-learning, coding e pensiero computazionale. Appassionato di fumetti (in tutte le salse), deve capire come far entrare in libreria tutti i numeri del Topo.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tweet dal Patassa

Vecchi post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: