//
Stai leggendo...
diario

Red Ronnie e “l’effetto Pisapia”: invasioni ironiche su Facebook

Da qualche giorno Red Ronnie ha scelto di lasciare in mano agli utenti di Facebook la sua pagina e di continuare a comunicare tramite un blog che ha messo su in fretta e in furia. Motivo? Da venerdì scorso la pagina è diventata di fatto degli utenti che ogni giorno scrivono in media 80.000 messaggi. Red Ronnie dal 2008 collabora con Letizia Moratti in diversi progetti che ruotano attorno la musica e, allo stesso tempo, cura la comunicazione web del sindaco uscente e l’immagine per la campagna elettorale che si sta avviando al ballottaggio, stando da quanto dice l’ex conduttore televisivo della storica trasmissione televisiva “Roxy Bar” tutto sembrerebbe essere nato da un commento scritto dopo il primo turno elettorale a Milano:

Primo esempio del vento che sta cambiando a Milano: cancellato LiveMi di sabato 21 maggio, in Galleria del Corso. Era l’inizio di LiveMi 2011 (che se vincerà Pisapia sarà cancellato dai progetti del Comune).

LiveMi è una delle iniziative che Red Ronnie cura proprio grazie alla collaborazione con il comune di Milano. Insomma, quel breve post pubblicato su Facebook sembra essere la scintilla che ha poi acceso una vera e propria esplosione mediatica battezzata come “’Effetto Pisapia”. Da venerdì scorso la pagina di Red Ronnie è invasa da messaggi ironici dove si incolpa il candidato del centro-sinistra per il comune di Milano delle cose più assurde. Un modo, questo, di interpretare ironicamente la considerazione che il conduttore televisivo aveva pubblicato sul social network. Se inizialmente erano pochi i messaggi, con il passare delle ore il numero è cresciuto vorticosamente e grazie al passaparola proprio attraverso Facebook la situazione è diventata ingestibile per Red Ronnie. Come ogni tormentone che si rispetti, è arrivata puntuale anche la canzone (molto funky) Non trovo più Red Ronnie. Va detto che il proprietario della pagina l’ha presa con filosofia, lasciando che (anche in questo momento) la gente continui a pubblicare post ironici. Il numero dei fan, che in questo caso vanno intesi non come utenti “adoratori”, ma come utenti che diventano fan per poter intervenire sulla pagina e criticare il proprietario, sono passati da 4.300 circa a 18.160.

L’episodio di Red Ronnie e della invasione ironica su Facebook ci offre uno spunto interessante sulle metodologie e le dinamiche di partecipazione e di critica in rete. Creatività, organizzazione dal basso (spontanea, nata dagli utenti e gestita nella libertà e nella semplicità dell’operazione da compiere) e una certa dose di ironia si dimostrano strumenti di critica scardinanti, elementi con i quali fare i conti per cercare di comprendere come, anche nel nostro paese, il dibattito sta mutando.

Annunci

Informazioni su andreapatassini

Andrea Patassini detto Patassa si occupa di tecnologie per l'apprendimento, e-learning, coding e pensiero computazionale. Appassionato di fumetti (in tutte le salse), deve capire come far entrare in libreria tutti i numeri del Topo.

Discussione

Un pensiero su “Red Ronnie e “l’effetto Pisapia”: invasioni ironiche su Facebook

  1. Il sarcasmo del centrodestra Vs l’autoironia della sinistra?

    Pubblicato da Gloria | maggio 24, 2011, 6:33 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tweet dal Patassa

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Vecchi post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: