//
Stai leggendo...
diario

Puzza sotto il naso

Lo so, è come sparare sulla Croce Rossa, ma è inevitabile. I manifesti realizzati dal Partito Democratico per questo giro di campagna elettorale sono al limite dell’imbarazzante. Vedersi questi faccioni che grugniscono, anche un po’ saccenti, con i baloon piazzati sul naso, sì, proprio sul naso, è un colpo al cuore. Per non considerare la confusione grafica: un pasticcio di frasi, colori e forme che lasciano disorientati. Oltre ad essere poco o per niente incisivi (anche se questo non è un problema del solo PD, ce ne sono altri che fanno accapponare la pelle), risultano espressione di un messaggio politico che c’è perché espresso, ma è vago, indefinito. Usando i volti incazzati delle persone “comuni” si è voluto comunicare una vicinanza ai problemi della gente? Bene, a mio parere, si esprime l’esatto contrario: gente che ti guarda in cagnesco, con una scritta incollata sul naso che fa molto puzza sotto il naso, del tipo “io so io, e voi non siete…”. Sono inquietanti, distanti e boriosamente incompetenti. È la solita storia, nel PD sono convinti di avere le competenze per saper comunicare in modo diverso, insomma, di mettere in gioco quella distinzione che permette di evidenziarli rispetto alla comunicazione della PDL. Ogni volta è un fallimento, ma non sembrano preoccuparsene più di tanto.

Il problema resta sempre lo stesso: da una parte si investe su un messaggio elitario (oltretutto disorganizzato), dall’altra invece si continua a perseguire la vocazione classica espressa dalla vecchia formula “vota e fai votare” (con delle eccezioni, la campagna elettorale di Formigoni inizia a sdoganare il luogo comune che il centrodestra italiano sia incapace ad utilizzare i new media).

Per concludere è interessante farsi un viaggio tra le pagine Facebook dei politici nostrani. In questo caso non mi limito ad individuare mancanze nel solo PD, resta anche in questo caso un problema comune. I politici ci sono perché il social network è frequentato, ma di fatto restano pagine noiosissime, dove non c’è nessun confronto. Certo, mi sembra difficile pensare ad un esponente politico capace di poter rispondere ai tanti messaggi che quotidianamente riceve sulla propria bacheca, ma nessuno, neanche chi si impegna nel gestire questo strumento, si spende per dei feedback, delle attività. Insomma, resta solamente l’ennesimo modo per promuoversi evitando il confronto.

Informazioni su andreapatassini

Andrea Patassini detto Patassa si occupa di tecnologie per l'apprendimento, e-learning, coding e pensiero computazionale. Appassionato di fumetti (in tutte le salse), deve capire come far entrare in libreria tutti i numeri del Topo.

Discussione

2 pensieri su “Puzza sotto il naso

  1. Un semplice commento. A mio avviso hai centrato perfettamente il problema. Le frasi che si leggono sui manifesti, mi sembra, denuncino che chi si candida non abbia, in genere, la più pallida idea dei numerosi problemi che ci sono nella vita sociale, spesso non per colpa loro, hanno semplicemente fatto altre cose fino ad ora. I problemi che la politica oggi si trova ad affrontare sono in genere complicatissimi almeno per le implicazioni che comportano. Quindi, forse per questo motivo, i messaggi che leggo sui manifesti dei candidati mi sembrano troppo semplicistici. Non sembrano dettati da un esperto in comunicazione. E per tenere i costi della campagna elettorale bassi, si ricorre non a degli esperti, ma a qualcuno dello staff solo più versato nella comunicazione. Ciao

    Pubblicato da Angelo | febbraio 26, 2010, 8:27 pm
  2. Hai ragione. Spesso quella complessità che tu indichi, in campagna elettorale, viene controbilanciata con una dose, estrema, di semplificazione. Semplificazione che impoverisce miseramente qualsiasi azione comunicativa e rende i manifesti elettorali terribilmente simili a quelli del Centro Dimagrante Sobrino.

    Pubblicato da patassa | marzo 2, 2010, 12:36 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tweet dal Patassa

Vecchi post

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: