//
Stai leggendo...
diario

Topo da combattimento

big_image002

Avevo già scritto qualcosa di simile un po’ di tempo fa per Dante’s Inferno e le reinterpretazioni di un storia (e tutto quello che porta con sé) attraverso le modalità del videogame. Ora c’è un altro caso interessante, riguarda Topolino e più da vicino l’immagine fino ad ora proposta dalla Walt Disney. Da tempo in rete si vocifera riguardo Epic Mickey, un videogame che vede protagonista il topo più famoso del mondo alle prese con un’avventura tenebrosa e, ecco il punto, interpretativamente diversa dalle classiche storie plasmate attorno alla sua figura. Qui c’è Topolino che affronta con una certa irruenza robot dalle sembianze di Pippo o Paperino davvero cattivi, capaci di far male, brutti e malvagi. E ancora, mostri a più teste, raffiguranti i diversi antagonisti che nel corso della storia cinematografica della Disney si sono susseguiti. Cattivoni da affrontare con tanto di spada. A farlo c’è Topolino, quello rassicurante, quello buono, quello che perdona, quello che no, mai e poi mai farebbe davvero del male a qualcuno. In questo videogame invece si ritrova a far fuori le copie dei suoi più fedeli amici (sì, saranno anche degli automi, ma immagino che il giocatore proverà una certa sensazione di disorientamento nel dover eliminare uno come Pippo). Abbiamo a che fare con un topo disincantato che parla poco e agisce molto. Tutto molto diverso da ciò che fino ad oggi la Disney ha proposto al suo pubblico, ed anche in questo caso a sperimentare una nuova chiave interpretativa del personaggio si fa uso del videogame e della conseguente interattività che questo offre.

C’è da fare una precisazione. A differenza delle illustrazioni di pre-produzione di Epic Mickey, i primi screenshot rispecchiano una visione più “moderata” del mutamento. Sembrerebbe che quell’atmosfera cupa, davvero originale se modellata attorno la figura di Topolino, si sia attenuata, per tornare a delle forme più consuete se pensate al personaggio. Se è vero, il dubbio resterà tale fino all’uscita del videogame prevista per la fine del 2010, allora dovremmo distinguere la reinterpretazione di Topolino da quella di Dante Alighieri in chiave ludica. La prima potrebbe essere il frutto di una mediazione da parte della Disney per non stravolgere il canone del topo e restare in bilico tra due incerte nuove interpretazioni. Staremo a vedere.

Informazioni su andreapatassini

Andrea Patassini detto Patassa si occupa di tecnologie per l'apprendimento, e-learning, coding e pensiero computazionale. Appassionato di fumetti (in tutte le salse), deve capire come far entrare in libreria tutti i numeri del Topo.

Discussione

Un pensiero su “Topo da combattimento

  1. adesso l’ultimo passo che manca è fare un videogioco in cui è topolino ad essere massacrato come nemico.

    Pubblicato da abissiscarlatti | novembre 15, 2009, 12:33 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tweet dal Patassa

Vecchi post

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: