//
Stai leggendo...
Uncategorized

Tutto fatto in casa, il fan movie “Philanthropy”

Un po’ di tempo fa avevo scritto di questo gruppo di ragazzi che autonomamente aveva realizzato un trailer su un futuribile lungometraggio dedicato al manga Berserk. Sfogliando l’ultimo numero di Wired c’è un interessantissimo articolo dedicato ad un’altra realizzazione italiana di genere. Sono tutti giovanissimi, la loro casa-factory si chiama Hide Division e stanno portando a termine un progetto davvero ambizioso, realizzare un film-omaggio al videogame Metal Gear Solid. Philanthropy è un fan movie autoprodotto ad alto livello, con una produzione vera e propria alle spalle e con un notevole tasso di creatività. Un progetto nato nel 2002 e che con il passare degli anni è cresciuto e si è circondato di persone davvero in gamba. Provare per credere, il trailer qui sopra lascia sbigottiti per la qualità della realizzazione sotto tutti i fronti. E pensare che i costi di produzione si aggirano intorno ai 5000 euro. Naturalmente questi ragazzi non sono rimasti con le mani in mano, infatti la Hide Division è oggi una vera e propria società di produzione e una realtà importante nata e cresciuta in un ambiente italiano tristemente statico.

I fan movies stanno uscendo dalla loro nicchia e iniziano a proporsi ad un pubblico più vasto. Julien Dumont, un ragazzo francese, ha pubblicato sul Web un breve trailer che vede Robocop contro Predator, il risultato è stato un successo talmente grande che quel filmato è stato trasmesso perfino in TV. Sempre in Francia altri fan stanno ultimando un fan movie incentrato sulle avventure di Batman dal titolo Ashes to ashes. Quando la tecnologia è accessibile a tutti aumentano vertiginosamente i contenuti e le produzioni dal basso, ma soprattutto emerge creatività e talento. I fan movies sono un terreno perfetto per sperimentare, non ci sono vincoli o direttive da seguire, ecco perché progetti ambiziosi riescono a concretizzarsi con grande libertà. Giacomo Talamini, 26 anni, regista e attore protagonista del fan movie dedicato a Metal Gear Solid, sulle pagine di Wired dice: «Oggi un cortometraggio è alla portata di tutti, non fa più notizia. Un vero film, invece si. Il mio obiettivo era quello di creare un gruppo di persone che potesse crescere velocemente e realizzare un progetto impossibile». Alla fine ci sono riusciti e buona parte del merito va alla Rete, di fatti una grande fetta del lavoro della Hide Division è stato svolto online. Ma io aggiungerei un altro dato: il Web permette di diffondere i contenuti orizzontalmente e con costi azzerati. Spesso i fan movies escono dai loro ambienti proprio perché sono condivisi sui grandi player online come YouTube e Vimeo. La popolarità di un fan movie cresce dal basso e trova sempre più energie. C’è da pensare che in un futuro molto prossimo queste produzioni incontreranno il grande pubblico, la Rete sarà il mezzo per raggiungerlo. Magari sarà l’occasione per potersi gustare un bel film di fantascienza italiano, alla faccia di quelli che dicono che il cinema di casa nostra è in crisi.

Annunci

Informazioni su andreapatassini

Andrea Patassini detto Patassa si occupa di tecnologie per l'apprendimento, e-learning, coding e pensiero computazionale. Appassionato di fumetti (in tutte le salse), deve capire come far entrare in libreria tutti i numeri del Topo.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tweet dal Patassa

Vecchi post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: