//
Stai leggendo...
cinema, diario, Gabriele Salvatores, Niccolò Ammaniti, racconto, Revolutionary Road, Richard Yates

Presto su celluloide


Girovagando per la rete ho scoperto che lo straordinario romanzo di Yates, Revolutionary Road, diventerà un film, o meglio, la mutazione da parole in immagini è già avvenuta, ma dovremo attendere per il natale prossimo. Ad interpretare i Wheeler ci saranno Leonardo Di Caprio e Kate Winselt, la regia è affidata a Sam Mendes (American beauty), in America sembra esserci una certa attesa dovuta anche alla riscoperta di una colonna portante della letteratura americana contemporanea come Richard Yates dimostra nel romanzo.
Altra trasposizione da carta a celluloide è invece il nostrano Come dio comanda, del patinato Niccolò Ammaniti, su cui piovono ultimamente un certo numero di critiche (ma si sa, quando uno scrittore vende più del solito i critici devono storcere il naso: gli è dovuto). Diretto dal grande Salvatores, nel parco attori spiccano due nomi, quello di Filippo Timi (sto leggendo il suo libro, E lasciamole cadere queste stelle) ed Elio Germano, due attori che fanno ben sperare per il futuro del cinema italiano. Sul libro, che ha vinto il Premio Strega 2007, posso dirvi che, rispetto a Ti prendo e ti porta via e Io non ho paura, c’è qualcosa in meno, cosa non saprei dirvelo, per ora.
Infine, per quanto riguarda le mie storie, posso annunciarvi che ieri ho terminato il primo racconto di una raccolta che vorrei proporvi sul blog, tempo permettendo, dal titolo 9 modi per dire amore. Tranquilli, non c’è alcuna influenza mocciana. Vi farò sapere.

Annunci

Informazioni su andreapatassini

Andrea Patassini detto Patassa si occupa di tecnologie per l'apprendimento, e-learning, coding e pensiero computazionale. Appassionato di fumetti (in tutte le salse), deve capire come far entrare in libreria tutti i numeri del Topo.

Discussione

3 pensieri su “Presto su celluloide

  1. Ciao Andrea,
    non sapevo della trasposizione cinematografica di Come Dio comanda e mi fa molto piacere che ci sia Filippo Timi.

    L’ultimo di Ammaniti me lo era goduto velocissimamente, mi aveva appassionato parecchio.

    Pubblicato da Chiara | febbraio 26, 2008, 5:54 pm
  2. caro amico, ti consiglio “Manuale per sopravvivere agli Zombi” con una nota finale di Ammaniti, di Max brooks (figlio d’arte)….
    me lo regalò la mia ragazza per il compleanno, a me, che amo libri del genere, è un vero capolavoro!!!!

    un saluto!

    ciaooooooooooo

    Adrios

    Pubblicato da ADRIO THE BOSS | febbraio 26, 2008, 8:11 pm
  3. @chiara:si, Salvatores lo sta girando in Friuli, ad interpretare Quattroformaggi c’è Elio Germano, mentre Filippo Timi fa il papà nazi.La colonna sonora dovrebbe essere affidata interamente ai Tre allegri ragazzi morti con l’incursione pop da singolo di Elisa.Sicuramente andrò al cinema a vederlo anche se, ripeto, Come dio comanda non mi ha convinto quanto i due romanzi passati.
    @adrio:Si è vero! Ammaniti c’ha forti influenze splatter, ti consiglio di vederti il mediometraggio “L’ultimo capodanno” tratto dalla raccolta di racconti dello scrittore romano dal titolo “Fango”. Un salutone a tutti! 🙂

    Pubblicato da Andrea Patassa | febbraio 28, 2008, 8:19 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tweet dal Patassa

Vecchi post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: